sabato 17 ottobre 2015

Saran le basette.

Son stata dal parrucchiere (che i capelli grigi per ora preferisco camuffarli).
Sfogliando uno di quei settimanali che si leggono solo dal parrucchiere (e dai dentisti no, che mi devono spiegare, i dentisti, perchè solo riviste di motori o donna moderna) ho visto un taglio molto caruccio.
L'ho fatto vedere al mio tosatore di fiducia e lui ha approvato, precisando solo temeva la mia rosa.
(si sa che le rose han le spine, e la mia le ruota tutte verso l'alto, al mattino sembro un istrice inquietato, poi son solo inquietata).
Comunque mi ha invitato a tener la foto in primo piano, e mi ha sforbiciato la zazzera, poi phonato abbondantemente domando la rosa bizzosa.
Il risultato è discreto, anche se la tipa sul giornale, mi pare, sia tutta un'altra cosa.
 

mercoledì 14 ottobre 2015

E saran dolori.

Ho una caviglia dolorante.
Ma, tanto tanto.
Tocca trovare la forza di andare dal medico della mutua più brutto del mondo, tocca trovar la forza di non ridere per il suo abbigliamento arlecchinesco e la sua pettinatura paggettistica, tocca sorbir la predica per esser sorda ai suoi richiami.
E che tocchi.

domenica 11 ottobre 2015

Inside Out, ma go out out.

Mi si dovrebbe spiegare come un produttore, o più produttori, uno sceneggiatore, o più sceneggiatori, abbiano potuto pensare che fosse un film interessante per chicchessia, divertente per i bambini, intelligente per gli adulti.
Quando invece si è rivelato di una noia abissale, contorto nella trama, insulso nei personaggi.
I traileristi (sarà poi una professione?) ingannevoli dovrebbero essere costretti poi a vedersi i film che invitano a vedere 24 ore su 24!