venerdì 14 ottobre 2011

Ci mancava lui.

Non essendoci abbastanza caos nell'angolo di mondo in cui lavoro, la condomina del piano di sopra s'è presa un barboncino. Nero nero. Piccolo piccolo.
E fin qui chissenef.
Se non fosse che ello ha paura.
No, non dei tuoni. E neanche dei fuochi d'artificio. Men che meno di esplosioni improvvise (comprese le urlate isteriche di Misery).
No, ello è terrorizzato dai rintocchi delle campane.
E non di uno, due, tre,  quindici o ventidue (oddio, alle ventidue non sono in zona, per la verità, e ci mancherebbe pure!).
No, ello è terrorizzato da dodici rintocchi di campana.
Ogni mezzodì si tramuta in una tragedia canina, guaiti si levano e si diffondono nell'aere, disperati ed imploranti.
Tanto da temere l'arrivo della protezione animali, quasi più dell'arrivo della neuro.

5 commenti:

  1. Magari ha fame e ricollega il suono delle campane con l'ora di pranzo.

    RispondiElimina
  2. insopportabili quadrupedi abbaianti...

    RispondiElimina
  3. @Paolo: Uof! Dici che è così brianzolo da voler la pappa a mezzodì spaccato?!

    @jocker: io a dire il vero quando lo sento uggiolare rido come una matta! ;)

    @qwerty: lumache? in senso lato o in senso lumaco? brrr.

    @elisewin7: soprattutto quelli piccoletti con quelle abbaiature isteriche!

    RispondiElimina