martedì 21 giugno 2011

Son cose. E ne andiam ben fieri.

In Valle tutto procede come sempre quest'anno. 
Cioè, si veleggia a pelo di una melma maleodorante e fanghigliosa. Ma, con il solito piglio delirante et esilarante che ci contraddistingue.
D'altronde siam stati scelti, a ben vedere, con criterio et oculatezza. Solo pazzi, nessun'eccezione.
Il Marmotton da Bozen che si presentò neanche un mese fà in completo blu ministero camicia immacolata  cravatta regimental occhialino dalla montatura a giorno invisibile erre rotolante serietà e compitezza sempre e comunque, ha preso confidenza? ha preso le misure della gente con cui ha a che fare? ha respirato l'aria che tira?
Da questa settimana maniche di camicia (ok, fa caldo, glielo concediamo va, pure arrotolate, siam generose), occhialetto rosso fuego, risata cavallina ogni due per tre, e, udite udite, stasera imitazione del Maic nazionale e del MaurizioCostanzoSciò. 
(per inciso, ho osato fargli i complimenti per gli occhiali rossi, e FhFh s'è impermalita tutta chè mai ho fatto i complimenti ai suoi occhiali dalla montatura a sua volta rossa: sì, vero, però diamine la montatura a-la Arisa tutta rossa fa un pò impresiùn).
(secondo inciso, il momento di massima soddisfazione della giornata è stata fotocopiare su un cartoncino un disegno di Lilli e il Vagabondo che mangian lo stesso spago di spaghetto).

3 commenti:

  1. Stare in Valle 10 ore al giorno, alle volte, è peggio di un lavoro vero! :P

    RispondiElimina