mercoledì 22 dicembre 2010

E domani mascarpone per tutti. Finirà a cucchiaiate in faccia? si apron le scommesse!

Io non so frignare.
Sì, la lacrimuccia a vedere Bambi scappa pure a me.
Sì, alla dipartita della micia piansi come un vitellino sulla via del mattatoio.
Sì, se pesto il mignolo del piede sinistro contro lo spigolo del letto, fra le bestemmie calde lacrime scendono.
Sì, quando il moroso di turno mi rifilava una balla colossale e dava bidone, inondavo la cornetta del telefono (eh oh, a quell'epoca non c'era altro).
Ma, non so frignare.
Nelle difficoltà, negli imprevisti nefasti, nelle notizie drammatiche che capitano quando meno te l'aspetti, non frigno. Nè sul momento nè poi.
Non perchè sopporti meglio di altri, ma perchè frignare mi pare a) inutile, b) uno spreco di energia, c) un segno di debolezza caratteriale.
Da ciò, dritti dritti, si arriva alla ovvia conseguenza. Io sono pirla.
Perchè a saper frignare si sfangano le badilate di cacca che ti arrivano addosso, a non farlo si rimane sommersi sotto la propria e l'altrui montagna puteolenta.
D'altronde, non sono l'unica pirla. D'altronde, non si è tutti uguali. D'altronde, essere pirla è un'arte.
Per ora mi è stato comunicato che avrò riduzione d'orario e di stipendio, salvo quelle che, tuppensa! si lamentano.
Per ora mi è stato proposto di scegliere quale giorno della settimana stare a casa, salvo poi dirmi che, no, quel giorno non andava bene, meglio quest'altro.
Per ora mi è stato imposto di insegnare quel che so fare ed imparare quello che non so fare, salvo poi reputare che con il lavoro che faccio (ah maneggiare i daneè!) è meglio se non ho distrazioni.
Per ora.  E siam solo al 22 dicembre.

6 commenti:

  1. A Napoli dicono: il piccio rende!

    RispondiElimina
  2. Non so frignare neppure io e, giunta alla mia veneranda età, ho ormai la convinzione che questa incapacità sia una maledizione divina!

    RispondiElimina
  3. Cavolo ma perché c'è sempre qualcuno che vuole rovinare le feste. Non potevano aspettare l'anno nuovo a darti le brutte notizie?

    Ps. Io dalla dipartita del mio mitico Micio non mi sono ancora ripreso, nelle mie foto in fb c'è una sua immagine, guardala se ti capita.
    il libro ti arriverà eh, magari non per natale, ma subito dopo

    RispondiElimina
  4. Charlina, ti direi Buon Natale, anche se noto che le cose stanno prendendo una piega mica bella. Io te lo dico lo stesso, magari porta fortuna, hai visto mai: Buon Natale. Ecco.

    RispondiElimina
  5. E comunque non saper frignare è una gran dote.

    Mi sono detto una cosa: gli anni dispari vanno sempre meglio di quelli pari. Sarà così.
    Lo auguro a me stesso e a te.

    RispondiElimina
  6. @Paolo: Piccio? Anche io ho bisogno di traduzioni alle volte!

    @LuciSSima: Sì, alla nostra veneranda età l'abbiamo capita, anche se non cambiamo di certo (emmenomale!), è una disdetta non saperlo fare!

    @Ferruccio: Esatto, mi rovinavano la befana e basta! E invece uff! Ma, mi armerò della ramazza e li bastonerò a dovere! ;)

    (tranquillo, il libro quando arriverà sarà comunque graditissimo!)

    @Evaso: adesso mi armo di ferro da stiro e la piega la fò sparire! Nel mentre, tantissimi auguri pure a te! :)

    @Silas: Fra le poche qualità che ho non frignare è una ..e di gran pregio! ;)

    Gli anni dispari sono i migliori, ci son nata pure! Ricambio gli auguri per feste gaudenti e relax pacioso!

    RispondiElimina