domenica 11 marzo 2012

Zac, e il ciuffetto non c'è più.

Ho la fortuna di avere una madre ex parrucchiera.
Che poi son quei mestieri che non si diventa mai ex.
Sforbiciare, come dimenticarlo?
Padre, fratello, me, e, spesso, lei medesima, ci si sottopone alla seduta in cucina.
Ricordi del secolo scorso impongono di precisare che ci si sedeva pure a bordo vasca, un tempo.
Economico,  senza prenotazione, pratico, comodo, una pacchia.
Se non ti vangoghizza un lobo in preda a crisi isteriche, intendo.

9 commenti:

  1. Mi piace il "senza prenotazione", anche se, penso, un minimo di preavviso sia cmq gradito ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh, sì...sono umana pure io, il giorno prima avviso!

      Elimina
  2. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  3. Che comodità avere una parrucchiera in casa (anche se ex...) ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Yes...maaaaa che avevi scriiitto?! :)

      Elimina
  4. Il mio parrucchiere vive nel mio bagno. E' sempre lì, attaccato alla corrente. Festivi compresi. :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Accipicchia! sei più fortunato di me! Ed è pure riservato! ;)

      Elimina