venerdì 23 settembre 2011

I molteplici ed infiniti usi di un cacciavite.

Ieri sera stavo arrancando su per le scale verso casa quando.
Ho incontrato il Pastina, condomino del secondo piano di una noia, ovvietà e miseritudine sublimi.
Egli stava cacciavitando il proprio campanello di casa (orgogliosissimo del suo suono  .
stile Casa Addams).
Non avendo ancora affinato la capacità di rendermi invisibile subitaneamente, ho salutato mentre, giunta sul pianerottolo, viravo prontamente per agguantare il corrimano della rampa successiva.
Al secondo scalino mi ha fermato per.
Sfottere la mia età, dicendomi di dargli del tu che come età siam lì (quattordici anni, abbello).
Sfottere la mia agilità, sottolineando il lieve ansare (chiaro che fosse dovuto al caldo, non alle scale, giaggià).
Sfottere la mia vita destinata ad imperituro lavoro, lui, pensionato dai quarantadù anni in poi.

9 commenti:

  1. Purtroppo i vicini non si possono scegliere :(

    RispondiElimina
  2. I cacciavite sonici sono meglio

    RispondiElimina
  3. andiamoci piano con l'età....
    anche io ho un amico soprannominato pastina
    ha una basetta si e una no, si riempie di canne da mattina a sera, ma in snowboard è un fenomeno

    RispondiElimina
  4. @Paolo: No...potrei sempre traslocare però! ;)

    @qwerty: i che?! viaggian nel tempo anche loro? :)

    @Charlie68g: ci andiamo piano sì! che già corre via da sola! (ma a 43 anni la schiena non patisce sullo snowboard?!)

    @Ferru: e che me ne facevo?! XD

    RispondiElimina
  5. http://www.facebook.com/note.php?note_id=156956714369050

    RispondiElimina
  6. LOL! Avevo intuito correttamente!

    RispondiElimina
  7. ...ecco un buon motivo per non socializzare coi vicini e con i loro cacciaviti.. ;-)

    RispondiElimina
  8. Infatti! E pensa che è quello più simp..beh insomma ...meno intollerabile!

    RispondiElimina