mercoledì 16 marzo 2011

Menù felice

(Sono andata oggi in Valle solo per scrupolo personale, idiozia congenita, avendo un'urgenza da espletare che, altrimenti, sarebbe ricaduta fatalmente sulle spallucce di Codalix e delle sue immondmense capacità lavorative)
L'essere ha beatamente ignorato il mio sacrificio - e ben mi sta - il boss l'ha sarcasticamente osannato, il mio sacrificio non l'essere - e non avevo dubbi.
Fatto sta che beh mi ero dimenticata di portar la schiscètta. Allora ho giustappunto chiesto all'essere di portarmi dalla mensa un primo, possibilmente semplice semplice, chessò, pasta al pomodoro.
E lui: ma se vuoi ti faccio preparare anche semplice pasta all'olio. 
E io: ma no, già son malata, son imbottita di medicinali che mi stan scombussolando lo stomaco e son qui (per te, già per te, mai l'avrei pensato e tu guarda, per te son qui), sarebbe troppo triste pure la pasta in bianco.
E cosa mi porta? 
Lasagne.

7 commenti:

  1. Non è che siano poi leggerissime... secondo me ti voleva fare fuori ;)

    RispondiElimina
  2. Ti teme quindi... ti vuole morta! Curati bellizzima eh? :-)

    RispondiElimina
  3. e lasagne sia ! distruggile !!!

    RispondiElimina
  4. macché distruggile! dirottale qua, va, che sta arrivando un certo languorino... ;)

    RispondiElimina
  5. @Paolo: eh, mi sa, mi sa! Ma non basta un piatto di lasagne! ;)

    @LuciSSima: sto cercando di sopravvivere. Credo che per tornare in Valle lunedì sarò prontissima! :(

    @giardi: provveduto in uno sgnam!

    @ghiaccio: ahem, dai la prossima volta mi faccio portare porzione doppia!

    RispondiElimina