mercoledì 17 novembre 2010

Ode alle forme.

Elle mi stanno tradendo, tutte, una alla volta.
Senza pietà, senza tentennamenti, senza rimpianti.
Elle non hanno sentimento alcuno, non mostrano misericordia alcuna per me, la mia condizione, la mia sofferenza.
Non hanno alcun riguardo della situazione in cui verso.
Fa sempre più freddo, piove un giorno sì e l'altro pure, in Valle andiamo verso la Strage finale, l'Uomo delle Farfalle se ne vuol andare via via (vieni via con me), appena sfioro una qualsiasi schifezza commestibile atroci bubboni mi esplodono in ogni dove, e loro? Loro che fanno?
Non si scocciano, non si stufano, non si stancano.
No, elle si rompono!
A sottolinear, con garbo, la struggente nostalgia che mi attanaglia rimembrando grana, taleggio, provola, gorgonzola.
Unghie beffarde.

5 commenti:

  1. Charlie! Tutto questo per dire che ti si è rotta un'unghia?

    RispondiElimina
  2. L'uomo delle farfalle vuol andare via? Dove? Come? Quando? Eh no! Ecco.

    RispondiElimina
  3. @Paolo: tre! Se ne son rotte tre! :P

    RispondiElimina
  4. @Giardi: cacchio, hai ragione! E pure il Pienza! :)

    @LuciSSima: In Spagna, vuole andare, appena vende la casa (sono l'unica italiana che spera la crisi economica prosegua!) XD

    RispondiElimina